Immagine
 logo aziendale... di Admin
\\ Home Page : Storico : Ricette, Secondi di carne (inverti l'ordine)
Di seguito gli interventi pubblicati in questa sezione, in ordine cronologico.
 
 
Di Admin (del 03/10/2008 @ 11:18:49, in Ricette, Secondi di carne, linkato 29256 volte)

Spiedini rustici con riso allo zafferano

Informazioni generali
Preparazione: 30 minDosi per 4 persone
 
Ingredienti necessari
Ingredienti per il riso
Brodo - vegetale q.b. ,Cipolle - 1/2, Olio - extra vergine d'oliva 4 cucchiai, Riso - parboiled 300 g, Vino - bianco 1 bicchiere, Zafferano - 1 bustina
Ingredienti per gli spiedini
Carne di suino - lonza 200 g, Carne di suino - salsiccia luganega 200 g,Cipolle - 1/2,Farina - q.b. ,Funghi - Champignons (o porcini) 200 g,Olio - extravergine d'oliva 4 cucchiai,Peperoni - rossi o gialli 2, Pomodori - 4 non troppo maturi, Vino - bianco 1 bicchiere, Zucchine - 3
 
Presentazione
Questo piatto unico, molto saporito e sostanzioso, può essere preparato in occasione di una cena tra amici, e sicuramente non vi farà sfigurare: lo spiedino composto da vari ortaggi, i funghi, la salsiccia e la carne molto saporita di maiale, formano davvero un accostamento molto succulento, in più l'ottimo risotto allo zafferano concluderà il pasto lasciando tutti soddisfatti. Oltre ad essere una simpatica idea per una cena diversa, essendo un piatto unico, vi permetterà di non andare avanti e indietro dalla cucina, lasciandovi gustare la serata e la compagnia dei vostri amici.
Preparazione
Tagliate a cubetti non troppo grossi la lonza di maiale e a pezzetti un po' più grandi la salsiccia; tagliate poi le zucchine e i funghi a fette alte 1cm, e spezzettate anche i pomodori e i peperoni. Prendete degli spiedini di legno ed infilate su ognuno di essi, alternandoli, un pezzetto di carne, una fettina di zucchina, un pezzetto di pomodoro, uno di salsiccia, un pezzetto di peperone ed uno di fungo, e così via..
Salate, pepate ed infarinate gli spiedini così ottenuti In un tegame scaldate 4 cucchiai di olio, disponetevi gli spiedini e fateli rosolare, poi unite mezza cipolla tritata e dopo un minuto aggiungete anche un bicchiere di vino bianco; lasciate sfumare il vino a tegame coperto.
Intanto fate appassire, in un tegame da forno, metà cipolla tritata in 4 cucchiai di olio, aggiungete il riso, fatelo rosolare per un minuto e poi aggiungete un bicchiere di vino bianco; non appena sarà evaporato, unite lo zafferano, che avrete precedentemente diluito in poco brodo vegetale, e il brodo vegetale fino a ricoprire appena il riso. Portate il tutto ad ebollizione e poi infornate (coprendo il tegame con un coperchio o con dell'alluminio) a 180° per circa 25 minuti. Al termine della cottura, lasciate riposare il riso per almeno 5 minuti e poi disponetelo su di un piatto da portata e adagiandovi sopra gli spiedini.
 
Di Admin (del 03/10/2008 @ 11:15:57, in Ricette, Secondi di carne, linkato 29434 volte)

Panadas

Preparazione: 60 min Dosi per 6 persone
 
Ingredienti necessari
Ingredienti per la pasta
Farina - 500 gr Sale - 1 cucchiaino Strutto - 150 gr
Ingredienti per il ripieno
Aglio - 1 spicchio, Carne bovina - (o di agnello) 250 g, Carne di suino - 250 g, Cipolle 1, Lardo - qualche listarella, Olio - extravergine d'oliva 1/2 bicchiere, Olive - snocciolate 100 g, Pepe - macinato a piacere, Pomodori - secchi 100 g, Prezzemolo - 1 ciuffo, Salsiccia - 100 g, Zafferano - 1 bustina
 
Presentazione
Le panadas o impanadas ( che in sardo significa .palle.) sono le squisite tortine salate e farcite che vengono preparate in quasi tutta la Sardegna. La panada è un piatto di origine antica, addirittura nuragica; la tradizione di prepararle si conserva tutt'oggi in molti paesi della Sardegna, in particolare ad Assemini e a Oschiri, dove viene considerata il piatto più tipico, tanto che alla panada è stata dedicata una sagra. In genere il ripieno è di formaggio o di carne di maiale tritata e accompagnata da verdure ma a volte viene preparata con pancetta oppure con la carne di agnello e in alcuni casi insaporita con funghi o carciofi sott'olio, senza contare le versioni ripiene di pesce, in genere anguille. Sa panada veniva consumata nei giorni di festa, oppure offerta in dono a persone di un certo riguardo e rilevanza.
Preparazione
In un tegame abbastanza capiente fate soffriggere nell'olio la carne tagliata a pezzetti piccoli insieme alla salsiccia e alla cipolla. Dopo qualche minuto a fuoco non fortissimo aggiungete gli altri ingredienti e lasciate rosolare qualche minuto; ammorbidite eventualmente il composto con un po' di acqua per non renderlo troppo asciutto. Nel frattempo preparate la pasta con la farina e lo strutto ammorbidito a bagno maria e il sale, impastate fino ad ottenere un impasto uniforme ed elastico che lascerete riposare 30 min.
Panadas piccole
Prendete la pasta e cominciare a tirarla con il matterello, in modo da ottenere una sfoglia sottile: con un bicchiere, una tazza o un tagliapasta ricavate dunque tanti dischi, di numero pari. A questo punto potete procedere in due modi: utilizzando delle coppette dove adagiare il disco inferiore, riempirlo con del ripieno, sovrapporre l'altro disco e chiudere il tutto, saldando i bordi arricciandoli verso l'interno, oppure solo con le mani, senza l'aiuto delle coppette, mettete del ripieno nel disco inferiore, alzatene i bordi creando delle piccole pences per dare al disco forma cilindrica, sovrapponete un altro disco di pasta a mo' di .coperchio., saldandone bene i bordi e arricciandoli verso l'interno. Disponete le panadas così ottenute in una teglia ed infornatele a 180° per 25 minuti; saranno pronte quando la pasta si colorerà uniformemente. Vanno servite calde, ma se lo desiderate potete anche pre cuocerle, e congelarle, e, al momento di gustarle farle rinvenire nel forno a fuoco dolce.
Panadas grande
In tortiera Dividere l'impasto in due parti da stendere in due dischi sottili, sistemate il primo in una tortiera tonda con i bordi alti precedentemente unta, e riempite con il preparato di carne e verdure; ricoprite con l'altro disco a mo' di coperchio, chiudendo i bordi. Al centro della teglia fate dei fori con una forchetta, in modo che durante la cottura il vapore possa uscire facilmente. Sistemate la teglia in forno e fate cuocere a 180°, dai 40 ai 60 minuti, fino a che la pasta risulti dorata.
 
Di Admin (del 02/09/2008 @ 10:39:07, in Ricette, Secondi di carne, linkato 38088 volte)

Scaloppine allo zafferano

Una ricetta dal gusto delicato e particolare.
Ingredienti:
4 fettine di lonza di maiale, 20 g di burro, 1 bustina di zafferano, 1 bicchiere di vino bianco, 20 g di farina, olio di oliva, sale e pepe q.b.
Procedimento:
Far sciogliere lo zafferano nel vino bianco e lasciar riposare per una decina di minuti. Nel frattempo soffriggere il burro e l’olio in una padellina antiaderente e adagiatevi le fettine di carne, battute e infarinate e rosolatele per 5 minuti per lato. Salate,pepate e irrorate le scaloppine con il liquido allo zafferano fino a ricoprirle. Lasciar restringere il sughetto ottenuto girando le scaloppine per farle insaporire da entrambe i lati. Servite le scaloppine allo zafferano su un piatto da portata cospargendole del sughetto allo zafferano.
 
 
 
buon appetito!!
 
Pagine: 1
Zafferano "elisir di lunga vita":vengono attribuite allo zafferano proprietà quali: contrastare l’invecchiamento, stimolare il metabolismo, favorire le funzioni digestive, ridurre la pressione sanguigna e abbassare le quote di colesterolo e trigliceridi che vengono assorbiti con l’alimentazione....

Patrizia

TagCloud

Questi sono i temi più trattati nel Blog (lista completa)

Articoli

Antipasti (5)
Curiosità (3)
Ricette, Dolci (7)
Ricette, Primi di pasta (8)
Ricette, Primi di riso (4)
Ricette, Secondi di carne (3)
Ricette, Secondi di mare (1)

Catalogati per mese:
Novembre 2007
Dicembre 2007
Gennaio 2008
Febbraio 2008
Marzo 2008
Aprile 2008
Maggio 2008
Giugno 2008
Luglio 2008
Agosto 2008
Settembre 2008
Ottobre 2008
Novembre 2008
Dicembre 2008
Gennaio 2009
Febbraio 2009
Marzo 2009
Aprile 2009
Maggio 2009
Giugno 2009
Luglio 2009
Agosto 2009
Settembre 2009
Ottobre 2009
Novembre 2009
Dicembre 2009
Gennaio 2010
Febbraio 2010
Marzo 2010
Aprile 2010
Maggio 2010
Giugno 2010
Luglio 2010
Agosto 2010
Settembre 2010
Ottobre 2010
Novembre 2010
Dicembre 2010
Gennaio 2011
Febbraio 2011
Marzo 2011
Aprile 2011
Maggio 2011
Giugno 2011
Luglio 2011
Agosto 2011
Settembre 2011
Ottobre 2011
Novembre 2011
Dicembre 2011
Gennaio 2012
Febbraio 2012
Marzo 2012
Aprile 2012
Maggio 2012
Giugno 2012
Luglio 2012
Agosto 2012
Settembre 2012
Ottobre 2012
Novembre 2012
Dicembre 2012
Gennaio 2013
Febbraio 2013
Marzo 2013
Aprile 2013
Maggio 2013
Giugno 2013
Luglio 2013
Agosto 2013
Settembre 2013
Ottobre 2013
Novembre 2013
Dicembre 2013
Gennaio 2014
Febbraio 2014
Marzo 2014
Aprile 2014
Maggio 2014
Giugno 2014
Luglio 2014
Agosto 2014
Settembre 2014
Ottobre 2014
Novembre 2014
Dicembre 2014
Gennaio 2015
Febbraio 2015
Marzo 2015
Aprile 2015
Maggio 2015
Giugno 2015
Luglio 2015
Agosto 2015
Settembre 2015
Ottobre 2015
Novembre 2015
Dicembre 2015
Gennaio 2016
Febbraio 2016
Marzo 2016
Aprile 2016
Maggio 2016
Giugno 2016
Luglio 2016
Agosto 2016
Settembre 2016
Ottobre 2016
Novembre 2016
Dicembre 2016
Gennaio 2017
Febbraio 2017
Marzo 2017
Aprile 2017
Maggio 2017
Giugno 2017
Luglio 2017
Agosto 2017
Settembre 2017
Ottobre 2017
Novembre 2017
Dicembre 2017
Gennaio 2018
Febbraio 2018
Marzo 2018
Aprile 2018
Maggio 2018
Giugno 2018
Luglio 2018
Agosto 2018
Settembre 2018
Ottobre 2018
Novembre 2018
Dicembre 2018
Gennaio 2019
Febbraio 2019
Marzo 2019
Aprile 2019

Gli interventi più cliccati

Ultimi commenti:

Calendario

< aprile 2019 >
L
M
M
G
V
S
D
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
13
14
15
16
17
18
19
20
21
22
23
24
25
26
27
28
29
30
         
             
Trovati 1 Album

Fotografie

colore (1)

Le fotografie più cliccate

Top 10 utenti del mese

Sondaggio

Ti piace questo blog?

 Fantastico!
 Carino...
 Così e così
 Bleah!

Stuff

Da provare
ricette sullo zafferano...

Da leggere
Libri e curiosità...

Da vedere
Filmati...

Varie

Ci sono 45 persone collegate

20/04/2019 @ 12:24:41
script eseguito in 85 ms